Seregno vs ALLIEVI 2001 2-3

Quinto successo consecutivo per l’Olginatese che, al termine di un match combattuto ed entusiasmante, espugna il campo del Seregno per tre a due. Partenza lanciata degli ospiti: al 2’ Sica mette per Magliocca, il cui tocco d’esterno viene deviato da De Curtis; al 6’ uno scambio al limite fra Lella e Del Re porta quest’ultimo alla conclusione, ma De Curtis è attento e respinge. La pressione dell’Olginatese culmina al 10’: Losa recupera palla nei pressi dell’area di rigore avversaria e verticalizza per Del Re, che con un pallonetto supera De Curtis e porta in vanti i suoi. La partita vive quindi una lunga fase di sostanziale equilibrio: le due squadre lottano a centrocampo e le occasioni da gol di conseguenza scarseggiano. Si arriva dunque al finale della prima frazione: al 34’ gli ospiti trovano il due a zero al termine di una veloce ripartenza iniziata da Del Re, rifinita da Sica e conclusa da Sacco, che appoggia nella porta sguarnita. Partita virtualmente chiusa? Nient’affatto: al 40’ una punizione dalla distanza di Puzzo dimezza lo svantaggio e permette ai locali di tornare in partita.

L’equilibrio regna sovrano nella prima metà della ripresa: entrambe le squadre lottano e combattono in mezzo al campo, senza che una riesca prevalere sull’altra. All’improvviso però la gara si infiamma: al 18’ Chiarello risolve una mischia in area e realizza il gol del pareggio. Nel momento più difficile della partita Pnazeri e compagni reagiscono da grande squadra: al 22’Losa, al termine di un’azione insistita, si incunea in area dove viene atterrato fallosamente e l’arbitro fischia il calcio di rigore. Dal dischetto va Lella, la cui conclusione viene respinta da un superlativo De Curtis. Il rigore fallito non ha ripercussioni sul morale dei giocatori ospiti che continuano a crederci e vedono premiati i loro sforzi al 30’: gran filtrante di Losa per il taglio di Del Re, che con un chirurgico destro a incrociare batte nuovamente De Curtis. Negli ultimi minuti i bianconeri respingono, senza grossi affanni, i disperati assalti del Seregno e portato a casa un altro successo, che permette di mantenere la testa della classifica in coabitazione con il Pontisola e la Virtus Bergamo

Matteo Colombo